mercoledì 10 ottobre 2012

Catania politica o Catania sessita? - Reblogged post from LeVoltaPagina


Catania politica o Catania sessista?

OTTOBRE 3, 2012  |  ARTICOLI
di elena caruso
In questo momento di elezioni regionali, oltre ad un gran numero di folgorati dall’amore per la propria comunità (candidati politici), si assiste a un brulicare di giornalisti. Ogni giorno, la consapevolezza che un nuovo giornale online è in rete. La concorrenza serve ad alzare il livello, penso. Ma in realtà è solo una consolazione teorica, visto che ciò cui assisto è solo un gioco al ribasso. Non una corsa al migliore giornalista, alla migliore informazione ma a chi disinforma meglio. Spesso mi ritrovo a dover comparare le varie testate locali, in rete o cartacee, e non per sete di completezza di informazione, ma per capire se quella notizia esista o meno. Intere pagine e fiumi di parole di (presunti!) articoli si basano su illazioni, supposizioni, su un tweet o like di Facebook! Insomma in questo mare di giornalai, ops! giornalisti, c’è di tutto. E vince chi è più iena di tutte. Chi butta più fango di tutti.
Il portale di “Catania Politica”, probabilmente a corto di notizie e di visite, ha pensato bene di scegliere una linea editoriale pornosoft per essere più appetibile. Che originalità! Di certo i giornalai di Catania Politica non saranno campioni di informazione, ma certamente sono campioni di sessismo. Scorrendo le pagine del loro portale di “informazione”, così la chiamano, ecco cosa potete leggere. Non è necessario andare lontano nel tempo. Poche recenti segnalazioni sono sufficienti, per darvi un’idea della situazione. Il tema dell’articolo del 13 Settembre è una seduta del consiglio comunale di Catania. Ritenete che il cuore sul pezzo di sotto di un costume sia proprio consequenziale e attinente con l’informazione dell’articolo (assenteismo al consiglio comunale)? Io no.
E, ancora, andiamo al 20 Settembre, ecco cosa potete vedere (sempre sul portale di CataniaPolitica) “ Lo fanno tutti e anche noi non potevamo esimerci “ (Cosa fanno tutti? Pubblicità sessista? )
Ancora una volta la scarsa creatività politica colpisce nel segno.
Il 18 Settembre, riguardo ai Test universitari, ecco la riflessione maliziosa, il titolo dell’articolo a firma di Salvatore Daniele. Questa volta l’immagine scelta è quella di una studentessa in abiti succinti.
Mi fermo qui, senza voler andare oltre. Mi pare evidente che non si tratti di un’eccezione, di  una sbavatura di un povero scemo isolato. No, è  un comportamento reiterato, segno incontrovertibile di una sub-cultura dei “primati” al timone di questo portale sessista. Una consapevole linea editoriale la linea sessista di Catania Politica? forse è dar loro troppo credito! Mi chiedo: chi compone la redazione di Catania Politica? Voglio ben sperare che non vi siano donne. Piuttosto penso a pochi idioti. A corto di notizie. E di creatività.

Nessun commento:

Posta un commento